Di quelle sere

Di quelle sere, col mare grosso
coi pensieri schiacciati
con i cuori legati
che ti ripeti “non posso”.

Di vita che diventa contraria
il ricordo muta in assillo
anche il passo trema e vacillo
per i tuoni che avvelenano l’aria.

Di gocce che rigano il viso
da altri lidi lontani, affilate
come lacrime da altri affidate
al vento salato, poi grido.

 

DI CHTULUSIM