NEWS! GSS, l’origine: libro e ebook

Dopo numerose pubblicazioni in collettiva, vi annuncio finalmente la mia prima pubblicazione personale, come promesso a inizio anno!

Domani, giovedì 8 novembre sarà disponibile in tutte le librerie, su ordinazione, e su Amazon il libro “Il Giardino sulla Spiaggia. Racconti da un lontano viaggio interiore“, con prefazione del Prof. Giuseppe Paoli.

Il cartaceo sarà costituito da 90 pagine e avrà costo di 5,90 €. Per chi fosse interessato a una copia autografata con dedica, mi contatti direttamente tramite il sito.

L’ebook, dal costo di 3,50 €, è invece disponibile da oggi in esclusiva su Kindle Store e fino al 14 novembre sarà possibile acquistarlo al prezzo lancio di 0,99 $ (0,86 €) tramite questo link.
Inoltre sarà disponibile nei formati abbonamento Kindle UnlimitedAbonnement KindleBiblioteca prestiti per proprietari Kindle (KOLL).

Il libro contiene una selezione dei primi testi del blog (che poterete comunque continuare a leggere gratuitamente sul sito!), e come spiego nell’introduzione si tratta di “un punto di svolta: un arrivo e una partenza contemporaneamente“. Infatti “mi rendo conto di essere arrivato molto più lontano di ciò che immaginavo quando raccolsi come uno scherzo l’invito degli amici ad aprire il mio blog, perciò sento l’esigenza di fare il punto. Di dare finalmente una forma definita all’inizio di questa avventura, non per snaturarla privandola del suo sano caos artistico, ma per fare ordine prima di ripartire, come il falegname che soffia via i trucioli dal legno prima di riprendere il lavoro“.

La scelta dell’autopubblicazione, è legata anche a questo: a voler mantenere un legame col mondo del blog.

“Un blog?! Te sei fuori…”

Ebbene sì. Sto riscoprendo il mio antico hobby della scrittura e ho deciso di provare ad aprire un blog. Che cosa anni ’90!… Adesso vanno i canali YouTube. Lo so, lo so, ma non fa per me. Non in questo momento, almeno. Più avanti chissà: mai dire mai, nella vita si cambia. E poi, in fondo io sono un po’ un tipo anni ’90…

Non so se e quanto questa impresa sgangherata andrà avanti. So per certo che avrò poco o nulla tempo da dedicarci. Partiamo bene… Ma nonostante tutto rimango ottimista come sempre, perché so che le avventure più belle sono spesso quelle sulle quali non avresti puntato un centesimo. Quelle che non dovevano durare, quelle che “lascia stare”, quelle che “te sei fuori“… Quindi proviamo!